Provincia di Reggio Emilia
accessibilità

Seguici:

Separazione e divorzio consensuale, convenzione di negoziazione assistita

Il D.L. n. 132/2014, convertito con L. 162/2014, e la L. n.55 del 6 maggio 2015, in alternativa alle procedure giudiziali previste dal Codice Civile in caso di separazione e dalla legge 898/1970 in caso di divorzio,permettono ai coniugi che intendano separarsi o divorziare consensualmente di negoziare tra di loro un accordo con l’assistenza di almeno un legale per parte oppure, se sussistono determinate condizioni, di sottoscrivere tra di loro un accordo di separazione o di divorzio innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile.

Nel primo caso si tratta di Convenzione assisitita
I coniugi hanno la facoltà di stipulare la convenzione di negoziazione assistita per le soluzioni consensuali di separazione personale, di divorzio e di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.
Per la stipulazione della convenzione i coniugi sono assisiti da almeno un avvocato per parte e sarà l’avvocato che invierà la convenzione all’Ufficiale di Stato Civile per la trascrizione nel registro degli atti di matrimonio.

Uno degli avvocati, una volta ottenuto il nulla osta o l’autorizzazione da parte del P.M. dovrà trasmettere l’accordo entro 10 giorni al Comune di:

  • Celebrazione del matrimonio in forma civile
  • Celebrazione del matrimonio in forma religiosa
  • Trascrizione del matrimonio celebrato all’estero (da due cittadini italiani, o da un cittadino italiano e un cittadino straniero).

Nel secondo caso il procedimento si espleta davanti all'Ufficiale di Sato Civile
Occorre fissare un appuntamento previa trasmissione della dichiarazione sostitutiva di certificazione sottoscritta individualmente da ognuno dei coniugi.
Il giorno dell’appuntamento entrambi i coniugi si dovranno presentare innanzi all’Ufficiale di Stato Civile per sottoscrivere l'accordo di separazione o di divorzio . Contestualmente viene fissata la data del secondo appuntamento, che dovrà tenersi dopo almeno 30 giorni. Nel giorno prestabilito entrambi i coniugi si dovranno ripresentare innanzi all'Ufficiale di Stato Civile per confermare l'accordo sottoscritto.
La sottoscrizione di separazione o di conferma dell'accordo di dovorzio farà decorrere gli effetti della separazione o divorzio dalla data della sua prima sottoscrizione.

La mancata comparizione equivarrà a mancata conferma dell’accordo ed il procedimento verrà chiuso d’ufficio senza separazione e/o divorzio.

Riferimenti normativi

Legge n. 898/1970;
DL n. 132/2014 convertito con Legge n.162/2014;
Legge n.55/2015.

Responsabile del procedimento

Enrica Ugolotti

Telefono 0522 373 416
Fax 0522 575 537
Email segreteria@comune.cavriago.re.it

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria
Servizi demografici

Modulistica

In allegato è scaricabile il modello per la dichiarazione sostitutiva di certificazione.

Per informazioni

Servizi Demografici - Stato Civile
Piazza Don G. Dossetti, 1
Tel: 0522 373.459
Fax: 0522 373.490
dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.00

giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00
giugno, luglio e agosto dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.00.

Termine e modalità per la conclusione del procedimento

Il primo appuntamento con l'Ufficiale di Stato Civile per sottoscrivere l'atto viene fissato dall'Ufficiale stesso con le parti interessate dopo il ricevimento della dichiarazione sostitutiva.

Il secondo appuntamento deve essere fissato dopo almeno 30 giorni dal primo.

Dal 26 maggio 2015 i termini di separazione per pervenire al divorzio sono di:

- 6 mesi nel caso di separazione consensuale

- 1 anno nel caso di separazione giudiziale.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale

Ricorso al Tribunale Civile.

Eventuali costi

16,00 € da versare sul c/c intestato a Comune di Cavriago Servizio di Tesoreria.
Causale: DIRITTO FISSO- Art. 12 c.6.- L.162/2014 presso UNICREDIT Banca Spa - Agenzia di Cavriago – IBAN IT35G0200866290000100362371.

Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo
Sindaco.

Torna all'inizio dei contenuti