Provincia di Reggio Emilia
accessibilità

Seguici:

Pubblicazioni di matrimonio e regime patrimoniale

La coppia che intende sposarsi deve richiedere la "pubblicazione di matrimonio", che consiste nella sottoscrizione del verbale di pubblicazione e nella successiva affissione di un avviso pubblico all'Albo pretorio on-line per un periodo 8 giorni.
Lo scopo della pubblicazione di matrimonio è quello di accertarsi che i richiedenti siano in possesso dei requisiti e delle condizioni previste dalla legge per contrarre matrimonio e di portare a conoscenza di tutti l'intenzione dei nubendi di sposarsi affinché, in presenza di impedimenti, possano essere presentate opposizioni.

Le pubblicazioni si richiedono presentandosi personalmente all'ufficio di Stato Civile del Comune in cui risiede almeno uno dei nubendi (futuri sposi). Sarà direttamente l'ufficio a richiedere i documenti necessari per entrambi e, nel caso uno dei due non risieda a Cavriago, l'avviso verrà pubblicato in tutti e due i Comuni.

Requisiti

  • Almeno uno dei nubendi deve essere residente a Cavriago
  • Entrambi i nubendi devono aver compiuto la maggior età, o i 16 anni con l’autorizzazione del Tribunale
  • I nubendi non devono essere vincolati da precedente matrimonio
  • Assenza tra i nubendi di vincoli di parentela, affinità, adozione o affiliazione
  • Assenza di condanna per omicidio consumato o tentato nei confronti del precedente coniuge.

 

Regime patrimoniale

In assenza di diversa manifestazione di volontà, il regime che per legge regola i rapporti patrimoniali tra i coniugi è quello della comunione dei beni, così come previsto dagli articoli 177 e successive modifiche del Codice Civile. Se i coniugi vogliono la separazione dei beni devono effettuare apposita dichiarazione al momento della pubblicazione.
Nel caso di matrimonio concordatario (con rito religioso), tale dichiarazione dovrà essere accolta dal Sacerdote che celebra il matrimonio ed inserita nel relativo atto di matrimonio da trasmettere all'Ufficiale di Stato Civile per la prescritta trascrizione.
Se, successivamente alla celebrazione del matrimonio, i coniugi decidono di cambiare il regime da comunione dei beni a separazione o viceversa, devono ufficializzare la loro volontà attraverso un atto che attesti il cambiamento della loro posizione finanziaria redatto presso un notaio, il quale provvedrà alla spedizione di questo all'l'Ufficio di Stato Civile del Comune dove è stato celebrato il matrimonio, perché venga annotato sull'atto di matrimonio.

Riferimenti normativi

DPR n. 396 del 03-11-2000;
Codice Civile;
Legge 19/05/1975 n. 151;
DPR n. 445 del 28-12-2000.

Responsabile del procedimento

Enrica Ugolotti

Telefono 0522 373 416
Fax 0522 575 537
Email segreteria@comune.cavriago.re.it

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria
Servizi demografici

Documenti da allegare

- Documento d'identità in corso di validità
- Per coloro che non hanno compiuto 18 anni, autorizzazione del competente Tribunale per i minorenni
- Per gli stranieri, nulla – osta al matrimonio rilasciato dall’autorità straniera competente
- In caso di matrimonio concordatario o religioso, richiesta di pubblicazione del Ministro di culto celebrante
- Eventuale richiesta di delega per la celebrazione del matrimonio in altro Comune
- Eventuale richiesta di delega per la celebrazione del matrimonio.

Eventuale ulteriore documentazione necessaria per casi particolari sarà acquisita direttamente o richiesta ai nubendi dall’Ufficio di Stato Civile.

Per informazioni

Servizi Demografici - Stato Civile
Piazza Don G. Dossetti, 1
Tel: 0522 373.459
Fax: 0522 373.490
dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.00

giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00
giugno, luglio e agosto dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.00.

Termine e modalità per la conclusione del procedimento

L’ufficiale di Stato Civile verifica la regolarità della documentazione prodotta ed acquisisce d’ufficio eventuali altri documenti per provare l’inesistenza di impedimenti al matrimonio.
Su appuntamento concordato con i nubendi, viene formato il verbale delle pubblicazioni.

L'atto di pubblicazione è affisso all’Albo pretorio on-line per un periodo di 8 giorni. Trascorsi ulteriori 3 giorni per la presentazione di eventuali opposizioni, viene rilasciato il certificato che consente la celebrazione del matrimonio, da svolgersi entro i successivi 180 giorni.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale

Ricorso al Tribunale Ordinario.

Eventuali costi

L'atto di pubblicazione è soggetto al pagamento dell'imposta di bollo di Euro 16,00; qualora debba essere affisso anche in altro Comune è necessaria un'ulteriore marca da bollo da Euro 16,00.

Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo
Sindaco.

Torna all'inizio dei contenuti