Provincia di Reggio Emilia
accessibilità

Seguici:

Cambio di residenza, cittadini dell’Unione Europea (ed equiparati) provenienti dall’estero

I cittadini dell'Unione Europea dimoranti sul territorio per più di tre mesi devono per regolarizzarsi chiedere l'iscrizione anagrafica.

Sono prescritte procedure distinte con specifico riferimento ai sottoelencati aspetti:
1. iscrizione anagrafica del cittadino della UE avente autonomo diritto di soggiorno;
2. iscrizione anagrafica del familiare del cittadino dell'UE avente cittadinanza di uno Stato membro;
3. iscrizione anagrafica del familiare del cittadino dell'UE non avente cittadinanza di uno Stato membro.
Il cittadino può rivolgersi direttamente all’Ufficio Anagrafe o scegliere una delle seguenti modalità per presentare la dichiarazione, utilizzando il modulo in allegato:
– tramite raccomandata
- tramite fax
- per via telematica.Quest' ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:a) che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitaleb) che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della Carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi

c) che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante

d) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

 

Riferimenti normativi

Legge n. 1228 del 24/12/1954;
DPR n.223 del 30/05/1989;
Decreto Legislativo n.30 del 06/02/2007 pubblicato sulla GU n.72 del 27/03/2007;
Circolare del Ministero dell'Interno n.19 del 06/04/2007;
Circolare del Ministero dell'Interno n.13 del 28/10/2008;
Legge n. 35 del 4/4/2012.

Responsabile del procedimento

Enrica Ugolotti

Telefono 0522 373 416
Fax 0522 575 537
Email segreteria@comune.cavriago.re.it

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria
Servizi demografici

Documenti da allegare

Documentazione da presentare per la richiesta di iscrizione anagrafica per chi ha un titolo di soggiorno autonomo di cui al punto 1:
- passaporto o carta d'identità rilasciata dallo Stato facente parte dell'UE;
e nel caso in cui il diritto derivi da lavoro subordinato o autonomo:
- documentazione attestante l'attività lavorativa esercitata (contratto di lavoro), ultima busta paga, certificato di iscrizione al registro delle imprese etc...)
nel caso in cui il diritto derivi per studio o formazione professionale:
- certificato d'iscrizione presso un istituto pubblico o privato (riconosciuto) o attestazione della frequenza di un corso di formazione professionale
- documentazione attestante la titolarità di una polizza di assicurazione sanitaria
- dichiarazione riguardante la disponibilità di risorse economiche sufficienti su modulo predisposto dall'Ufficio Anagrafe.
Nel caso in cui il diritto derivi dalla disponibilità di risorse economiche:
- dichiarazione riguardante la disponibilità di risorse economiche sufficienti per sè e per i propri familiari;
- documentazione attestante la titolarità di una polizza assicurativa sanitaria.
Per il calcolo delle risorse economiche sufficienti il solo dichiarante deve disporre di una somma pari all'importo annuo dell'assegno sociale (euro 5.142,67 per l'anno 2008); per ogni familiare va aggiunta la metà dell'importo annuo dell'assegno sociale (euro 2.571,33).
Per il dichiarante con due o più figli a carico di età inferiore ai 14 anni si calcola il doppio dell'importo annuo della pensione sociale (euro 10.285,34).

Documentazione da presentare per la richiesta di iscrizione anagrafica del familiare avente cittadinanza comunitaria di cui al punto 2:
- passaporto o carta d'identità rilasciata dallo Stato facente parte dell'UE;
- documento che attesti l qualità di familiare (coniuge, discendenti diretti di età inferiore ai 21 anni o a carico e quelli del coniuge, gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge);
- dichiarazione di vivenza a carico se richiesta su modulo predisposto dall'Ufficio Anagrafe;
- se familiare di cittadino UE non lavoratore documentazione attestante la titolarità di una polizza di assicurazione sanitaria.

Documentazione da presentare per la richiesta di iscrizione anagrafica del familiare non avente cittatinanza comunitaria di cui al punto 3:
- passaporto munito del Visto d'ingresso quando richiesto;
- Carta di soggiorno rilasciata dalla Questura competente o ricevuta attestante l'avvenuta presentazione della richiesta di permesso di soggiorno:
- documento che attesti la qualità di familiare.

Modulistica

Scaricabile in allegato.

Per informazioni

Servizi Demografici
Piazza Don G. Dossetti, 1
Tel: 0522 373.459
Fax: 0522 373.490
dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.00

martedì e giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00
giugno, luglio e agosto dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.00.

Termine e modalità per la conclusione del procedimento

Le certificazioni relative alla residenza e allo stato di famiglia vengono rilasciate dopo 2 giorni lavorativi dalla presentazione della dichiarazione.
Il Comune procede entro 45 giorni ad effettuare l’accertamento dei requisiti previsti per l’iscrizione anagrafica. Dopo questo periodo, senza che siano pervenute comunicazioni negative relative alla situazione dichiarata, si applica il silenzio-assenso (art. 20 della legge n. 241 del 1990).
A conclusione del procedimento che comporta necessari accertamenti d'ufficio viene rilasciata apposita "Attestazione di iscrizione anagrafica" e quindi di regolarità del soggiorno.
Se gli accertamenti danno invece esito negativo, il richiedente ne viene informato ed entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione può presentare per iscritto le proprie osservazioni. In caso di mancato accoglimento di queste ultime verrà ripristinata la posizione anagrafica precedente con effetto retroattivo a decorrere dalla data della dichiarazione resa, nonché, inquanto è stata resa dichiarazione mendace, verrà inviata segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza.
Al momento della domanda d'iscrizione viene rilasciata dall'Ufficiale d'Anagrafe un'attestazione di richiesta d'iscrizione.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale

Ricorso al Prefetto di Reggio Emilia entro 30 giorni dalla notifica del diniego di residenza.
Ricorso al Tribunale civile di Reggio Emilia entro i termini previsti dal codice di procedura civile

Eventuali costi

L'istanza deve essere presentata in marca da bollo da euro 16,00.
Il relativo attestato verrà rilasciato anch'esso in bollo da euro 16,00.

Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo
Sindaco.

Torna all'inizio dei contenuti