Provincia di Reggio Emilia
accessibilità

Seguici:

Bonus gas, elettricità, acqua: dal 1° gennaio 2021 il Comune non raccoglie più le domande

News, Servizi Sociali    0 Commenti     1/01/2021

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico (gas, elettricità, acqua) saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi  debbano presentare domanda, come stabilito dal decreto legge 26 ottobre 2019 n.124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157.

Pertanto nessuna domanda di nuovo bonus o di rinnovo deve essere presentata dal 1° gennaio 2021 in poi presso lo Sportello sociale e l’ufficio ComuneInforma del Comune di Cavriago, che non ha più  competenza in materia.

 

Come funziona dal 2021?

Sarà sufficiente che ogni anno, a partire dal 2021, il cittadino/nucleo familiare presenti la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l’attestazione ISEE utile per le differenti prestazioni sociali agevolate. Grazie ad un collegamento tra la banca dati INPS, la banca dati di ARERA e i soggetti gestori, gli aventi diritto avranno attivato il bonus in automatico.

I bonus in vigore nel 2020 continueranno ad essere validi ed erogati con le modalità usuali, anche se i tempi tecnici per la totale messa a regime del nuovo e complesso meccanismo (che risparmia ai cittadini file ai Caaf o Sportelli sociali per i rinnovi) comporteranno probabilmente alcuni ritardi nella erogazione dei bonus nei primi mesi del 2021, ma “nessun cittadino perderà alcuna mensilità” assicurano dagli enti preposti.

Una sola eccezione: non verrà per il momento erogato automaticamente il “bonus elettrico per disagio fisico”
(persone dipendenti da apparecchiature salvavita). Pertanto dal 1° gennaio 2021 nulla cambia per le modalità di accesso a tale bonus: i soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali per la loro sopravvivenza dovranno continuare a farne richiesta presso lo Sportello sociale e ComuneInforma, fino a nuove disposizioni.

Per informazioni numero verde ARERA: 800 166 654.

Torna all'inizio dei contenuti