Provincia di Reggio Emilia
accessibilità

Seguici:

Polizia locale Val d’Enza, approvata la relazione della Commissione d’Indagine

Comunicati stampa, News    0 Commenti     10/03/2017

Stamattina, sabato 9 marzo 2019, è stata approvata all’unanimità dal consiglio dell’Unione Val d’Enza la relazione della “Commissione di indagine temporanea”. La Commissione, composta da sei consiglieri di maggioranza e da quattro consiglieri di opposizione, e presieduta dal consigliere di opposizione Marco Orlandini, era stata istituita lo scorso settembre per analizzare l’organizzazione del Corpo di Polizia Municipale e per proporre possibili miglioramenti, escludendo qualsiasi attività d’indagine volta a verificare la veridicità delle ipotesi di reato perché già oggetto di un apposito procedimento giudiziario.

In particolare nella relazione della commissione vengono forniti indirizzi sui seguenti argomenti. Viene chiesta una riorganizzazione dei mezzi a disposizione del corpo di Polizia Municipale riducendo le auto prive di contrassegno e il loro utilizzo. Viene proposta una nuova gestione del recupero degli automezzi sequestrati. Inoltre si chiede di valutare la necessità di una rotazione del personale e di istituire il Comitato unico di garanzia (Cug) per contrastare eventuali discriminazioni e irregolarità. Tra le proposte, vi è anche l’istituzione di una Commissione consiliare permanente.

Le richieste sono state accolte mentre la proposta di una Commissione consigliare permanente – considerato che l’intero consiglio è in scadenza a maggio – sarà riportata ai nuovi consiglieri dell’Unione che si insedieranno subito dopo le elezioni amministrative.

A seguire, il comandante pro tempore Ermanno Mazzoni ha illustrato al consiglio dell’Unione il progetto di riorganizzazione del Corpo proposto dai sindaci, che tiene conto delle indicazioni della Commissione e prevede una configurazione territoriale dei servizi individuando tre aree territoriali: un distretto “Sud” composto dai Comuni di Canossa, San Polo e Montecchio, un distretto “Centro” composto da Bibbiano e Cavriago e un distretto “Nord” per Campegine, Gattatico e Sant’Ilario.Questa ripartizione consente di avere tre distretti con un numero di abitanti omogeneo e una presenza capillare sul territorio mantenendo le attuali sedi Comunali, con una struttura gerarchica che vede a capo dei distretti un ufficiale. Questa operazione deve essere accompagnata da una razionalizzazione delle autorimesse di servizio; ad oggi è già in corso una razionalizzazione del parco macchine in dotazione al Corpo.

In questi giorni si sta procedendo inoltre alla scelta e alla nomina del comandante del Corpo della Polizia Municipale della Val d’Enza. Venerdì una Commissione tecnica ha esaminato le domande e nei prossimi giorni ci sarà la nomina fiduciaria. Ermanno Mazzoni effettuerà un periodo di affiancamento per non lasciare scoperto il Corpo e per fare un passaggio di consegne.

(9 marzo 2019)

Torna all'inizio dei contenuti