Provincia di Reggio Emilia
accessibilità

Seguici:

Oltre sei milioni per le scuole e la Casa Protetta

Comunicati stampa, News    0 Commenti     23/12/2018

“Nel corso del 2019 proseguiremo il nostro intento: continuare a investire sulla scuola, sull’educazione, sul sociale, sulla sicurezza degli edifici, in un’ottica anche di recupero e conservazione del patrimonio esistente”.

A dirlo è il primo cittadino Paolo Burani che annuncia che, il prossimo anno, è previsto un investimento complessivo di 6 milioni e 200 mila euro (a bilancio nel 2019). “Una cifra consistente – precisa il sindaco – che permetterà di effettuare interventi che riguardano la primaria Rodari, le Medie Galilei, il nido e la scuola dell’infanzia Le Betulle e la Casa protetta comunale”.

“In particolare per quel che riguarda la completa ristrutturazione e l’ampliamento della scuola primaria Rodari, di via Guardanavona, sta procedendo l’iter per i lavori. Il progetto definitivo esecutivo è stato approvato dalla Sovrintendenza e si sta aspettando l’autorizzazione sismica e l’ok dei vigili del fuoco, dopodiché si procederà con la gara per l’affidamento dei lavori”. L’intervento sarà in parte finanziato con l’escussione della fideiussione nei confronti di Cariparma e in parte coperto con l’accensione di un mutuo, per un importo complessivo di circa 3 milioni di euro.

“Alle Medie Galilei di via del Cristo saranno effettuati lavori di adeguamento anti-sismico, efficientamento energetico, abbattimento delle barriere architettoniche grazie a un doppio finanziamento”. Arriveranno dalla Regione 880mila euro dai cosiddetti mutui Bei (Banca Europea degli Investimenti) ai quali il Comune di Cavriago aggiungerà 220mila euro. Un altro finanziamento arriverà dal Miur (700mila euro) e il Comune aggiungerà 300mila euro. “E’ in fase di redazione il progetto definitivo esecutivo e, entro l’estate, sarà affidata la gara d’appalto per l’avvio dei lavori, che saranno eseguiti in due stralci”.

“Anche il nido e la scuola dell’Infanzia “Le Betulle”, di piazza Don Milani, saranno oggetto di intervento. Arriveranno dal Miur 450mila euro per una complessiva riqualificazione antisismica durante l’estate. A tal proposito è ora in corso di definizione il progetto esecutivo definitivo, poi si procederà con la gara d’appalto. Successivamente (grazie al fondo (Kyoto da 500mila euro e Por-Fesr) si procederà anche all’efficientamento energetico, quindi alla sostituzione delle caldaie e dei serramenti e alla realizzazione del cappotto sull’intero complesso”.

Inoltre un altro impegno importante riguarda l’ampliamento e la ristrutturazione della Casa protetta Comunale, il cui progetto definitivo esecutivo sarà pronto entro la prima metà del 2019, seguiranno la gara d’appalto e l’avvio dei lavori, per un costo complessivo di 1 milione 200 mila euro. I lavori saranno realizzati senza chiudere la struttura di via Aspromonte. “In particolare si procederà alla ristrutturazione e all’ampliamento del Diurno. Gli alloggi protetti diventeranno otto e saranno realizzati gli uffici dei servizi sociali gestiti dall’Unione Val d’Enza. Ci sarà un’ottimizzazione degli spazi e si aggiungeranno, alle esistenti, due nuove camere per l’accoglienza di ospiti per brevi periodi”.

(22/12/2018)

 

 

Torna all'inizio dei contenuti