Vai all'homepage Vai alla pagina della mappa del sito Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito Vai alla pagina della guida e dichiarazione di accessibilità Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

Richiesta rilascio carta di identità elettronica (CIE)

La carta di identità elettronica (CIE) sostituisce la carta d'identità cartacea ed è il documento che attesta l'identità personale del soggetto che risulta esserne titolare. Se richiesta dal cittadino italiano con validità per l'espatrio, è equipollente al passaporto per espatriare nei Paesi dell'Area Schengen e in altri Stati con intese con il nostro Paese.

La carta d’identità elettronica:

  • ha l'aspetto e le caratteristiche di una carta di credito;
  • è dotata di un microprocessore che memorizza le informazioni necessarie alla verifica dell'identità del titolare inclusi gli elementi biometrici come la fotografia e le impronte digitali;
  • contiene dispositivi anticlonazione e anticontraffazione adeguati agli standard internazionali
  • consente l’autenticazione in rete per fruire dei servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni
  • abilita all’acquisizione di identità digitali sul Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID)
  • può contenere il consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti.

 

Nella carta d’identità sono presenti i seguenti dati:

  • Comune emittente
  • Nome e cognome, luogo e data di nascita, sesso, statura
  • Cittadinanza
  • Immagine della firma del titolare
  • Validità per l’espatrio
  • Fotografia
  • Immagini di 2 impronte digitali (un dito della mano destra e un dito della mano sinistra)
  • Genitori (nel caso di carta di un minore)
  • Codice fiscale e Codice fiscale sotto forma di codice a barre
  • Estremi dell’atto di nascita
  • Indirizzo di residenza
  • Comune di iscrizione AIRE (per i cittadini residenti all’estero).

 

  • D.L. 78/2015 recante "Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali", convertito dalla legge 6 agosto 2015, n. 125;

    Decreto del Ministro dell'interno del 23 dicembre 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 3.12.2015;

    Art. 5 D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 recante il "Codice dell'amministrazione digitale";

    Art. 3 T.U.L.P.S.;

    Art.291 comma 3 del Regio Decreto 6.5.1940 n. 635;

    D.P.R. 6/8/1974 n. 649;

    Art. 31 L.133/2008;

    CIRCOLARE N. 10/2016 - Ministero dell'Interno - Nuova carta d'identità elettronica;

    CIRCOLARE N. 11/2016 - Ministero dell'Interno - Ulteriori indicazioni in ordine all'emissione della nuova CIE;

    Delibera di Giunta n. 81 del 16/11/2017  – approvazione delle tariffe.

  • Servizi demografici.

  • - una foto formato tessera recente, non in formato digitale, risalente a non più di sei mesi precedenti, su sfondo chiaro, posizione frontale, senza copricapo e senza occhiali, stampata su carta fotografica ad alta risoluzione;


    - la Tessera Sanitaria o il codice fiscale;

     

    - il documento d’identità scaduto o deteriorato, o l’eventuale denuncia di furto o smarrimento; in mancanza di un valido documento di riconoscimento per l’identificazione occorre presentarsi accompagnati da 2 testimoni maggiorenni che dichiarino di conoscere l'interessato. I testimoni non sono necessari quando la carta smarrita o rubata sia stata rilasciata dal Comune di Cavriago negli ultimi 10 anni;

     

    - per il rilascio della carta di identità valida per l’espatrio a minori è necessario l’assenso di entrambi i genitori o dell'esercente la responsabilità genitoriale o dal tutore, munito di atto di nomina; se un genitore non può essere presente, verrà esibito il prescritto atto di assenso firmato, unitamente alla fotocopia di un valido documento di identità del genitore impossibilitato. Nel caso di rifiuto all'assenso da parte di un genitore è possibile supplire a ciò mediante autorizzazione del Giudice Tutelare;

     

    - per i cittadini appartenenti all'Unione Europea occorre un documento di viaggio in corso di validità (passaporto, carta di identità) rilasciato dallo stato di appartenenza;

     

    - per i cittadini stranieri (paesi non appartenenti all'Unione Europea) occorrono permesso di soggiorno e passaporto, entrambi in corso di validità;

     

    - la ricevuta del pagamento del corrispettivo per il rilascio del documento, meglio specificato in seguito.


  • Servizi Demografici
    Piazza Don G. Dossetti, 1
    Tel: 0522 373.459
    Fax: 0522 373.490
    dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.00
    martedì e giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00
    giugno, luglio e agosto dal lunedì al sabato dalle 8.15 alle 13.00.
    e-mail: demografici@comune.cavriago.re.it

  • Il rilascio della carta di identità elettronica segue un iter che si compone delle seguenti fasi:

    Prenotazione della richiesta - facoltativa

     

    Per richiedere il rilascio si consiglia di prendere appuntamento con una di queste modalità:

     

    - telefonando al numero 0522 373.453 dal lunedì al sabato dalle 12.30 alle 13.15, il giovedì dalle 12.30 alle 18.00

     

    - inviando una e-mail all’indirizzo comuneinforma@comune.cavriago.re.it

     

    - tramite il sistema “Agenda CIE” accessibile dal link https://agendacie.interno.gov.it/ .
    Quest’ultimo richiede la registrazione ed implica il possesso di una coppia di credenziali username/password. Tali credenziali dovranno essere conservate con cura e utilizzate esclusivamente sul sistema “Agenda CIE”, ogni qualvolta si desideri richiedere un appuntamento per il rilascio o il rinnovo della CIE. Ogni cittadino può inserire appuntamenti per se stesso e per suoi familiari, fino a un massimo di cinque appuntamenti.

    Inserito l’appuntamento, il sistema Agenda CIE rilascerà una ricevuta che andrà stampata e consegnata all’operatore comunale il giorno della presentazione della richiesta. La ricevuta, congiuntamente all’appuntamento sul calendario, verrà altresì recapitata all’indirizzo e-mail indicato dal cittadino al momento della registrazione.

    Presentazione della richiesta

     

    Per richiedere il rilascio della CIE occorre presentarsi personalmente all'Ufficio Anagrafe nel giorno e all'ora stabiliti dall'eventuale appuntamento muniti della documentazione specificata sopra.

    Nel caso in cui il richiedente la CIE sia genitore di minori è necessario che presenti anche dichiarazione di assenso all’espatrio sottoscritta dall’altro genitore o esercente la responsabilità genitoriale, ai sensi della L. 1185/1967. In alternativa è necessario fornire l’autorizzazione del Giudice Tutelare.

    Per completare la procedura si stima che occorrano 30 minuti in considerazione dell’insieme delle attività previste: verifica dei dati, inserimento della fotografia, acquisizione delle impronte digitali per i cittadini dai 12 anni in su, indicazione del consenso o del diniego alla donazione degli organi, firma del modulo di riepilogo.

    Al termine della procedura di richiesta viene rilasciata una ricevuta contenente il riepilogo dei dati che verranno inseriti nella CIE e la prima parte dei codici PIN e PUK per il successivo utilizzo (la seconda parte sarà contenuta nella lettera che verrà spedita dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato unitamente alla CIE).

    Il modulo di ricevuta non costituisce un sostitutivo del documento d'identità richiesto.

     

    In fase di presentazione della richiesta ogni cittadino può scegliere una tra le seguenti modalità con cui preferisce ricevere il documento:

     

    – Presso l’indirizzo di residenza;

    – Presso un indirizzo di sua preferenza;

    – Presso ComuneInforma nella sede municipale.


    Ricezione del documento

     

    La Carta di identità elettronica viene personalizzata e stampata presso l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che provvede altresì alla sua spedizione al cittadino, che la riceverà all’indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta. E’ possibile monitorare lo stato della spedizione se ci si è registrati al sito “Agenda CIE” (https://agendacie.interno.gov.it/), selezionando il pulsante “Cerca carta” ed inserendo il codice fiscale ed il numero della CIE.

    Nel caso abbia scelto di ricevere il documento presso ComuneInforma il richiedente può recarsi a ritirarlo trascorsi 6 giorni lavorativi dalla richiesta. E’ necessario esibire all’operatore il modulo di ricevuta riportante i dati e il numero della carta. Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, purché le sue generalità siano state fornite all’operatore comunale al momento della richiesta.

    Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni (reclusione, appartenenza ad ordini di clausura, ecc.), un suo delegato (ad es. un familiare) deve recarsi presso il Comune con la documentazione attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Concorderà quindi con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

     

     

    Validità

     

    La carta d’identità elettronica ha durata variabile secondo le fasce d’età di appartenenza:

     

    • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
    • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
    • 10 anni per i maggiorenni.

     

    Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza.

    La richiesta di rinnovo può essere effettuata a partire da 180 giorni prima della scadenza della validità del documento.

  • Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR).

  • Prima di avviare la pratica di rilascio della carta di identità elettronica occorre versare, direttamente all'Ufficio Anagrafe, la somma prevista, che a seconda dei casi ammonta a:

     

    • Euro 22,00 per il primo rilascio o rinnovo (di cui euro 16,79 spettanti allo Stato)
    • Euro 27,00 in caso di smarrimento o deterioramento (di cui euro 16,79 spettanti allo Stato).
  • Sindaco.